Sedi

2

a Roma

Segreteria didattica

Lun - Ven 9 - 18.30

Su appuntamento

 CallanMiur

Come imparare l’inglese con i videogiochi

videogiochi

Abbiamo parlato più e più volte di quanto sia utile leggere libri o guardare la Tv per imparare o migliorare il proprio inglese. Oggi vi parliamo di un altro modo, molto più interattivo e – nonostante spesso si creda il contrario – adatto a tutte le età. Perché si può imparare l’inglese con i videogiochi.

Chi è cresciuto con le prime console degli anni ’90, ha imparato fin da bambino il significato di parole come “Start, Game Over, Up”. Poche parole per giochi che di dialoghi avevano ben poco (anche se il mitico Super Mario aveva ad esempio dei punti di narrazione tra un quadro e un altro); oggi l’universo dei videogiochi mette a disposizione molte alternative, adatte veramente sia ai più piccoli che agli adulti.

Basti pensare che oggi esistono centinaia di giochi non adatti ai minori perché più difficili, stressanti o spaventosi.

Ma andiamo con ordine e iniziamo a vedere come i bambini possono imparare l’inglese con i videogiochi. Per i più piccini ci sono in commercio, ma anche da trovare online, tantissime soluzioni. Basta fare una piccola ricerca su Google per trovare un mondo perfetto per far esercitare l’inglese ai bambini.

Per i più grandicelli – si calcola che l’età media dei videogiocatori ormai sia di ben 37 anni – ci sono in commercio giochi davvero per tutti i gusti e le esigenze.

Alcuni giochi hanno meno dialoghi e sono sottotitolati, quindi più adatti ai principianti. Vi segnaliamo, ad esempio, Deponia, per coloro che amano atmosfere più colorate e divertenti e i giochi di logica, oppure il mitico The Sims. Questo gioco, che simula una realtà virtuale, può essere perfetto per i principianti, è carente per il listening, dato che i protagonisti parlano una lingua tutta loro, ma se il gioco è settato in inglese, può essere utile ampliare il vocabolario leggendo – e scegliendo – nomi, oggetti e azioni della vita di tutti i giorni.

Per gli amanti del roleplayer, ovvero dei giochi di ruolo, c’è di tutto: si può imparare l’inglese con i videogiochi fantasy, i roleplayer per eccellenza che nascono tutti sulla scia di Dungeons & Dragons: c’è Never Winter Night, World of Warcraft. Dello stesso tipo ma di genere fantascientifico è nato anche un gioco dedicato a Star Wars. Sono tutti videogiochi con dialoghi – spesso sottotitolati – in cui bisogna interpretare un personaggio, e tutto ciò che si dice o si compie, determina il seguito della storia.

Per i più esperti, infine, ci sono giochi tratti da serie Tv con Game of Thrones o Walking Dead, che hanno dialoghi veloci e non sottotitolati e tempi di risposta molto brevi. Il giocatore, quindi, è incalzato a comprendere e a rispondere velocemente, simulando un ottimo allenamento per la lingua inglese.

Imparare l’inglese con i videogiochi non ti basta? Fai il nostro test gratuito e scopri i nostri corsi.

Comments are closed.
ORARI DEI CORSI

  • Lunedidalle 9 alle 21
  • Martedidalle 9 alle 21
  • Mercoledidalle 9 alle 21
  • Giovedidalle 9 alle 21
  • Venerdidalle 9 alle 21
  • Sabatodalle 9 alle 15
  • DomenicaChiuso